Cerca
Close this search box.

Caffettiere di Design: Scegliere tra i modelli Iconici

Caffettiere e moke hanno fatto la storia del design e raccontano il contemporaneo in un rito condiviso, quello del caffè fatto in casa.
richard sapper caffettiera alessi 9090

Le caffettiere di design sono tra gli oggetti che rappresentano al meglio il momento in cui il progetto incontra la vita quotidiana. Caffettiere e moke sono oggetti sculturali, bellissimi e funzionali intorno ai quali si sviluppa un rito intimo e familiare, quello del caffè fatto a casa. 

Apparsa nelle case degli italiani nel secondo dopoguerra, la caffettiera rappresenta una sfida per il designer. Richiede infatti un’approfondita ricerca tecnica, ma permette grande libertà nella creazione delle forme che, come vedremo, hanno un grande potere sculturale e simbolico

Lo spiega al meglio Alessandro Mendini nel suo Elogio della caffettiera, “Ogni grande architetto ne ha tentato il progetto, ambisce a costruire una caffettiera così come prima di morire vorrebbe fare una torre”.

Tabella dei Contenuti

Caffettiere di design, tra Casa, rito e Contemporaneo

Moke e caffettiere di design sono oggetti particolari, che sono entrati nelle case di tutti e che rappresentano un momento della giornata intimo e rituale. Sarà per questo che le caffettiere Alessi evocano ricordi dell’infanzia, o la Bialetti è un oggetto-simbolo che unisce tutti gli italiani (secondo una stima è presente in più del 90% delle case del Belpaese). 

Ecco allora una selezione delle caffettiere di design che hanno fatto la storia del design. Quelle in questa pagina sono quelle che hanno resistito al test del tempo e sono ancora in produzione, come del resto tutti gli oggetti in questo magazine. I link che indicano i prezzi possono risultare in una commissione che ci permette di continuare il nostro lavoro, e (dove è possibile) indicano il prezzo per una caffettiera a 3 tazze. 

Bialetti Moka Express

caffettiere di design
Bialetti Moka Express, 1933

La Moka Express di Bialetti è nell’archivio oggetti. 

Lanciata da Alfonso Bialetti nel 1933 con lo slogan “A casa, un espresso come al bar”, la Moka Express è un simbolo. Dell’essere italiani, di famiglia, di una pausa dopo pranzo. Un oggetto che riunisce una cultura intera, e che per fortuna è molto diffuso anche all’estero. Da sempre prodotto con lo stesso design, è un oggetto familiare che riunisce un’intero popolo, dalle nonne agli studenti universitari – senza nazionalismo, solo con un buon caffè. Presente nelle case di tutti (o quasi) gli italiani, la Bialetti è in circolazione da quasi cent anni ed ha molte storie da raccontare. Ad oggi rimane la caffettiera più diffusa in Italia, con un design praticamente perfetto ed un successo irripetibile. 

Chemex

Chemex, Peter Schlumbohm, 1941 caffettiere di design
Chemx, Peter Schlumbohm, 1941

La celebre caffettiera Chemex è nell’archivio oggetti.

La caffettiera Chemex è un grande simbolo del caffè per gli amanti del design, soprattutto per chi esula dal classico caffè espresso e preferisce il caffè filtrato. Progettata già nel 1941 sfruttando le doti del vetro borosilicato, la Chemex permette di godersi un caffè di grande qualità ed un design dalle linee eleganti ed inconfondibili, grazie alla forma a clessidra e i caratteristici cordoncini in cuoio. La Chemex è altro oggetto della vita quotidiana che ha fatto la storia del design e che fa parte di svariate collezioni in tutto il mondo, come quella del MoMA di New York

Ilsa Caffettiera Napoletana

Ilsa, Caffettiera Napoletana
Ilsa, Caffettiera Napoletana, 1950s

La classica Caffettiera Napoletana è prodotta a partire dagli anni Cinquanta da ILSA, una delle grandi aziende italiane nate durante il Boom. Prodotta ancora oggi a Torino in 99% alluminio, la Napoletana si impose presto come un simbolo della ritrovata ricchezza degli italiani, che potevano finalmente godersi dei piccoli piaceri in casa dopo gli stenti della guerra. Ancora oggi questa caffettiera è simbolo di tradizione ed intimità familiare, una forma classica della cultura del Belpaese. 

Cylinda di Arne Jacobsen

stelton, arne jacobsen, cylinda caffettiere design
Cylinda, Arne Jacobsen per Stelton, 1967

La Caffettiera Arne Jacobsen della serie Cylinda è nell’archivio oggetti. 

A metà degli anni Sessanta, Peter Holmblad, figliastro di Arne Jacobsen e proprietario di Stelton riuscì a convincere il grande architetto a creare una linea di oggetti in acciaio: un set che comprendesse l’indispensabile per il bar e per servire te e caffè. La leggendaria caffettiera Cylinda nacque così, da uno schizzo su un tovagliolo di carta durante una cena in famiglia. Lanciata nel 1967, la serie Cylinda si è subito affermata come un classico del design modernista, grazie alle sue forme pure e al suo forte carattere estetico (che ritroviamo nella Lampada AJ, come in molti altri degli intramontabili progetti di Jacobsen). Un grande classico, senza, tempo, intramontabile. Molti pezzi del set fanno parte della collezione del MoMA di New York e di altri prestigiosi musei di design. 

9090 Caffettiera Espresso, Richard Sapper

richard sapper caffettiera alessi 9090
9090, Richard Sapper, 1979

La Caffettiera Espresso 9090 di Richard Sapper per Alessi è nell’archivio oggetti. 

La caffettiera 9090 di Alessi è un grande classico del design italiano. Progetatta da Richard Sapper nel 1979 (il grande designer della lampada da tavolo Tizio, icona assoluta degli anni 80) è il primo progetto di caffettiera espresso di Alessi, ed immediatamente è un enorme successo. Vince il Compasso d’Oro nello stesso anno, ed è oggi in numerosi collezioni prestigiose: MoMA di New York, V&A di Londra, la Triennale di Milano solo per Citarne alcuni. Le linee semplici ed essenziali della caffettiera, la sua forma slanciata con base ampia, la ricerca di Sapper sul materiale e sulla funzionalità hanno reso la 9090 un’icona del design, un capolavoro del contemporaneo. 

Carmencita, Marzo Zanuso

Carmencita di mazrco zanuso, caffettiere di design
Carmencita, Marco Zanuso per Lavazza, 1979

Carmencita di Marco Zanuso è un grande classico delle caffettiere di design italiane – un oggetto che durante gli anni Ottanta era presente in tantissime case e ancora oggi è un simbolo pop che racconta il mood e l’estetica di quegli anni. Progettata dal grande architetto e designer italiano Marco Zanuso nel 1979, Carmencita si ispira nelle sue forme a due celebri personaggi del Carosello. Nei primi anni del piccolo schermo, Carmencita e Caballero furono ideati dal leggendario Armando Testa (uno dei pionieri della pubblicità italiana) per Lavazza, affascianando e divertendo il pubblico di un’intera generazione. Ed ecco che le avventure amorose di due coni stilizzati del Carosello diventano una caffettiera che celebra i ricordi e la fantasia di bambini e sognatori. Tornata in produzione nel 2018 dopo un intervento di ritocco del Politecnico di Torino, Carmencita è un oggetto carico di significati simbolici e dal design inconfondibile. 

La Conica, Aldo Rossi

caffettiera espresso la conica di aldo rossi
La Conica, Aldo Rossi, 1984

La Conica di Aldo Rossi per Alessi è nell’archivio oggetti, scopri di più.

La conica è il primo progetto del grande architetto Aldo Rossi (primo vincitore italiano del Pritzker Price nel 1990) e l’azienda piemontese Alessi – che come abbiamo appena visto era forte del grande successo di Sapper di qualche anno prima. La conica è una caffettiera molto elegante, con corpo in acciaio inossidabile e base in rame. Le forme geometriche essenziali creano un effetto scultoreo molto forte, e creano un’atmosfera di grande eleganza. I materiali contribuiscono a dare a La Conica una grande forza estetica, che ne ha decretato il successo di pubblico, che continua ancora oggi – questa caffettiera è uno degli oggetti ambiti da architetti ed amanti del design. 

La Cupola, Aldo Rossi

aldo rossi moka la cupola
La Cupola, Aldo Rossi 1988

La Caffettiera La Cupola di Aldo Rossi è nell’archivio oggetti. 

La Cupola di Aldo Rossi è stata definita in molte occasioni architettura da tavola, un’oggetto che ha segnato l’estetics degli anni Novanta ed è entrato a pieno titolo nei must del design italiano. In questo progetto Aldo rossi coniuga semplicità delle forme, leggerezza e funzionalità con una forma particolare. La caffettiera ha un tetto a cupola che le da un aspetto familiare, e allo stesso tempo architettonico. Da caffettiera, la Cupola diventa un’icona di design, che coniuga forza estetica e la funzionalità degli oggetti della vita quotidiana – di sicuro si trovava nelle cucine di genitori e nonni di molti lettori di questo articolo 🙂

Mach 2, Isao Hosoe

caffettiera mach
Isao Hosoe per Serafino Zani, Caffettiera Mach, 1993

Questa stupenda moka di design è una collaborazione tra l’azienda italiana Serafino Zani e il designer giapponese Isao Hosoe. Lanciata nel 92, questa caffettiera ha un forte carattere postmoderno, che si esprime nelle sue forme geometriche, nelle simmetrie dei volumi e nella presenza di una colonna dorica a supporto dell’intero progetto. Secondo le parole del designer: “La magica trasformazione dell’acqua in caffè nell’interno di una caffettiera mi ha spinto a trasferire al processo prettamente fisico il valore rituale, magico e simbolico. Due coni identici vengono uniti sopra e sotto simmetricamente da una lunga colonna greca. Il cono inferiore contiene l’acqua da riscaldare ed il cono superiore, messo al rovescio, avrà il suo caffè solo dopo il rituale passaggio allegro lungo la colonna verticale.”

COFFEE.IT, WIEL ARETS

wiel arets caffettiere di design
Coffee.it, Wiel Arets per Alessi, 2008

Wiel Arets è un architetto olandese, celebre per i suoi edifici, ma anche per la sua attività di professore e teorico dell’architettura. Come molti altri architetti famosi in questa pagina, si è dedicato anche a creare oggetti di design, e in collaborazione con Alessi si è cimentato anche nella progettazione di una caffettiera. L’estetica di questa caffettiera è molto particolare, il ritmo dei volumi è inaspettato seppure rispetti le forme della geometria più rigorosa e pura. La base della caldaia è molto più ampia e asimmetrica rispetto al raccoglitore superiore, un cilindro perfetto in acciaio brillante. L’effetto è estetico e inaspettato, il risultato è un oggetto elegante e contemporaneo che si allinea al gusto e alla funzionalità del dutch design.

Moka Alessi, Alessandro Mendini

moka alessi
Moka Alessi, Alessandro Mendini, 2011

Dopo aver lavorato come direttore creativo di Alessi negli anni Ottanta, ed essere stato il motore di idee che rimaranno nella storia come le serie Tea & Coffe Piazza, il grande designer italiano Alessandro Mendini ha disegnato il suo contributo alla storia delle caffettiere Alessi. Ecco la sua Moka Alessi, dalla forma pop e tondeggiante (che ricorda le forme ironiche e postmoderne di Memphis), un omaggio alla classica Moka, ricevuta con un grande successo di pubblico e vendite. 

Ossidiana, Mario Trimarchi

oggetti di design famosi
Moka Ossidiana di Mario Trimarchi, Alessi, 2014

La caffettiera Ossidiana di Mario Trimarchi è nell’archivio oggetti, scopri di più.

Elegante e scultorea, ossidiana è un omaggio alle caffettiere in alluminio tradizionali, e alla pietra vulcanica di cui prende il nome. Grazie a questo progetto Trimarchi ha vinto il Compasso d’Oro nel 2016. Lo stesso Trimarchi parla così della sua caffettiera Ossidiana: “utimamente mi interesso particolarmente alla scultura, quella che toglie della materia a un blocco pieno, rivelandone le sue forme nascoste. Ho lavorato su di un volume cilindrico, per togliere, uno dopo l’altro, i riflessi superflui dell’alluminio, per ottenere una caffettiera design scultorea, capace di accompagnare le mani al momento della chiusura.” 

Brew Stove Top, Tom Dixton

caffettiere di design famose
Brew Stove Top, Tom Dixton, 2015

Progettata dal celebre designer londinese Tom Dixton, Brew Stove Top parte dal principio secondo cui “la preparazione del caffè è una forma d’arte e il bere caffè come uno dei pochi rituali contemporanei rimasti.”  Una caffettiera da fornello con corpo in acciaio e finitura in acciaio inossidabile. Attraverso forme art déco rese in una finitura iper-riflettente, Brew aggiunge una teatralità sobria e una raffinatezza futuristica che la rendono unica nel mondo delle caffettiere, un oggetto raffinato ed elegante che si adatta perfettamente alle cucine di lusso.

Pulcina, Michele de Lucchi

caffettiere di design
Moka Pulcina, Michele de Lucchi per Alessi, 2015

La moka Pulcina è un’altra tra le caffettiere di design di successo di Alessi, che sancisce la sua grande fama di azienda capce di connettere oggetti di uso quotidiano ai grandi progettisti dei nostri tempi. Questa volta tocca a Michele de Lucchi (il designer della lampada Tolomeo, tra le altre cose) che propone un’estetica futuristica per la sua caffettiera, ispirata alla forma di un pulcino. Un progetto del 2015, che è un grande successo di pubblico, grazie alla sua forma inaspettata e ai bellissimi giochi di luce creati dalla texture in alluminio.

Collar, Debiasi Sandri

migliori moke di design
Collar, Debiasi Sandri per Stelton, 2016

Collar è un set da caffè di Stelton disegnato dallo studio Debiasi Sandri, un duo di designer italiani che hanno creato una serie di progetti dal design semplcie, funzionale e sincero che hanno avuto un grande successo tra il pubblico del design internazionale. Con parole loro “la collezione Collar, disegnata per Stelton, rappresenta una versione contemporanea del modo tradizionale di preparare il caffè e un po’ di equilibrio nel cercare di trovare il giusto equilibrio tra espressività e semplicità. Un semplice elemento cilindrico si rastrema dolcemente verso il basso fungendo da sorta di filo conduttore per tutta la famiglia.”

Lady Anne, Lara Caffi

caffettiera design retro
Lady Anne, Lara Caffi per KnIndustrie 2018

La caffettiera Lady Anne della designer Lara Caffi per il produttore italiano KnIndustrie sta avendo un grande successo in un ambiente (quello del design, dell’acciaio e delle caffettiere) prevalentemente maschile, cha da decenni favorisce funzionalità e forme geometriche pure. Da qui l’appeal di LadyAnne che oltre alla ricerca su forme e materiali, si concentra soprattutto sugli aspetti simbolici dell’oggetto, con una forte presa emotiva, che evoca un passato che è fatto anche di calore e decorazione. 

Moka DC06/9, David Chipperfield

caffettiere di design
Moka, David Chipperfield per Alessi, 2019

Con questo design il grande architetto contemporaneo David Chipperfield ha voluto creare un omaggio alla Moka Bialetti (che si intuisce anche dal nome della caffettiera), grande simbolo del caffè all’italiana. La caffettiera Moka di Chipperfield è una variazione del disegno originale di Alfonso Bialetti, questa volta declinato in un poligono a undici facce con coperchio piatto, caratteristiche progettuali che rendono l’oggetto familiare e contemporaneo. 

Caffettiere Famose fuori produzione

Tra le caffettiere di design che hanno fatto la storia, alcune sono ormai fuori produzione e si possono trovare solo nei siti per i collezionisti di design, o con un po’ di fortuna si può trovarle di seconda mano a prezzi accessibili. 

Per celebrare il presente ed il contemporaneo, di solito non includiamo progetti fuori produzione nella nostra selezione. Questa caffettiere però sono iggetti che abbiamo visto e toccato nel passato, oggetti molto familiari ed evocativi che probabilmente molti lettori hanno visto a casa dei genitori e dei nonni. Altri, come la caffettiera Vesuvio di Gaetano Pesce, sconfinano nel mondo dell’arte e meritano per questo una menzione speciale. 

Ecco allora le caffettiere di design famose uscite dalla produzione industriale corrente.