Cerca
Close this search box.

Lampade da Tavolo di Design: le più Famose tra Storia e Contemporaneo

Le lampade da tavolo più importanti (e ancora in produzione) della storia del design, e quelle che definiscono il contemporaneo.
lampade da tavolo

Poco più di cent’anni fa la diffusione della luce elettrica ha permesso all’uomo di affrancarsi dai ritmi della natura, che da sempre avevano regolato il ritmo dei giorni e delle attività umane. quasi per miracolo, e con un semplice interruttore le attività umane potevano continuare anche dopo il tramonto. 

In questo contesto la luce da tavolo ha un ruolo importantissimo, perchè permette a chi la usa di continuare il suo lavoro, sia questo di lettura, scrittura, disegno, progettazione. Anche negli ospedali, nelle officine, e nelle fabbriche la luce da tavolo ha un ruolo fondamentale per le attività umane. È la rivoluzione della luce a fascio orientabile della Angepoise, che dagli anni 30 porta illuminazione negli ambienti prima lavorativi e poi domestici. Da allora la luce da tavolo è diventata anche un simbolo di status negli uffici e negli spazi pubblici (ogni manager degli anni 80 che volesse dimostrare un certo status culturale aveva una Tizio sulla scrivania). E così la lampada da tavolo si evolve da strumento a simbolo, e la sua ubiquità è senza pari. 

Tabella dei Contenuti

Lampade da Tavolo di Design Storiche e Classiche

Segue qui un elenco (non esaustivo) delle lampade da tavolo più famose della storia del design, quelle che i design additcs devono conoscere, ma anche oggetti del desiderio, e spesso oggetti importanti per i principi secondo cui sono stati costruiti e per l’innovazione tecnica che hanno rappresentato. Se vuoi approfondire altri tipi di lampada, consigliamo di leggere: Lampade di Design Famose: Icone e Classici ancora in Produzione

Tutte le lampade in questa raccolta sono ancora in produzione (alcune molto importanti sono state escluse per questo motivo) e i link per l’acquisto potrebbero valere una commissione ad ArchiveOfObjects, permettendoci di continuare il nostro lavoro. 

Lampada L25, Rietveld

Gerrit rietveld Lampada l25
Gerrit Rietveld Lampada l25, 1925

La Lampada L25 di Gerrit Rietveld è nell’archivio oggetti. 

Nel 2019 durante i festeggiamenti per il centenario del Bauhaus, i produttore tedesco Tecta decsde di dare il via alla produzione in serie della bellissima lampada da tavolo L25, progettata nel 1925 dall’amato designer e architetto olandese Gerrit Rietveld. Il nostro progettò questa lampada da tavolo dalle forme geometriche rigorose secondo i principi del neoplasticismo e con la tipica palette De Stijl, creando una lampada sorprendentemente moderna per l’epoca, come del resto molti altri suoi lavori. La L25 condivise la sorte di molti altri suoi progetti, rimanendo un prototipo per quasi un secolo, fino alla recente messa in produzione da parte di Tecta.

Bilia, Fontana Arte

lampade da tavolo
Bilia Mini di Gio Ponti per Fontana Arte, 1931

La lampada Bilia di Gio Ponti è nell’archivio oggetti. 

Progettata nel 1931 dal mitico Gio Ponti per Fontana Arte, la lampada da tavolo Bilia racchiude l’abilità del designer italiano di creare oggetti che combinassero lusso e funzionalità. La lampada Bilia è molto interessante anche perchè fa uso di forme geometriche elementari, il cono e la sfera, che ha hanno informato tutto il lavoro del grande designer. Nella produzione odierna, Bilia è proprosta in due misure e in diversi colori, la base è in metallo smaltato mentre il paralume è in vetro smerigliato. Un grande classico del design italiano che continua ad essere attuale dopo più di 100 anni dalla sua progettazione. 

Anglepoise Original 1227

lampada da tavolo originale
Aglepoise Original 1227, 1935

La Lampada da tavolo Anglepoise Original 1227 è nell’archivio oggetti, leggi di più. 

Nel 1934 George Carwardine, un progettista di automobili, stava sperimentando un nuovo sistema a sospensioni, quando si rese conto di aver inventato un sistema a molle che sarebbe stato perfetto per un lampada da lavoro. Permetteva infatti di spostare il fascio luminoso con facilità e precisione. Nasce così la Anglepoise, la lampada da tavolo per antonomasia, venduta in migliaia di esemplari nel Regno Unito e in Europa. La Anglepoise è a tutti gli effetti il modello per la lampada da tavolo con i classici tiranti a molla, il capostipite di questa tipologia di lampada. Anche se è stata copiata, imitata e omaggiata in mille modi diversi, la Anglepoise continua a mantenere la sua attualità  – ed è ancora prodotta dalla stessa ditta che la lanciò nel 1935. 

Fontana 1853, FontanaArte

lampade da tavolo famose fontana arte
Lampada Fontana, Max Ingrand per FontanaArte, 1954

La lampada Modello 1853 Fontana di Max Ingrand per FontanaArte è nell’archivio oggetti. 

Ispirato da un vaso di fiori, nel 1954 il famoso designer Max Ingrad progetta la lampada modello n. 1853 Fontana, una delle lampade più longeve e famose della storia del design, oggetto-simbolo di FontanaArte e del suo grande successo. A prima vista la lampada sembra essere una lampada con paralume del tutto tradizionale. La bellezza di questo design invece rivela una lampada con una sorgente di illuminazione sia all’interno della base che del paralume, creando delle possibilità e delle atmosfere molto affascinanti. 

Modello 566 , Astep

lampade da tavolo famose
Modello 566 di Gino Sarfatti, 1956

La lampada da tavolo Modello 566, prodotta oggi da Astep, è un progetto del mitico Gino Sarfatti del 1956 per la sua Arteluce. Il design di questa lampada ci mostra come Sarfatti avesse a cuore l’innovazione e progettasse le sue lampade secondo dei prinicipi a cui si è sempre attenuto. Analisi, astrazione, riduzione ed eleganza formale si esprimono perfettamente in questa lampada da tavolo che è un vero gioiello della storia del design. La costruzione innovativa permette di spostare la testa della lampada lungo lo stelo inclinato, permettendo a chi la usa di spostare il fascio di luce a piacimento. 

Lampada da Tavolo Aj, Louis Poulsen

AJ Lampada da tavolo, Arne Jacobsen per Louis Poulsen, 1957
AJ Lampada da tavolo, Arne Jacobsen per Louis Poulsen, 1957

La lampada AJ di Arne Jacobsen è nell’archivio oggetti, scopri di più. 

La serie di lampade AJ fu progettata da Arne Jacobsen alla fine degli anni Cinquanta per il suo celebre SAS Royal Hotel di Copenhagen, la sua opera d’arte totale che andava dall’architettura dell’edificio alle posate del ristorante. Nella sua versione da tavolo, la lampada AJ era pensata con un fascio di luce regolabile che permettesse agli ospiti dell’albergo di leggere la sera senza disturbare il compagno di letto. La forma con stelo leggermente inclinato, la base ovale e il paralume a cuffia hanno determinato la grande fortuna di questo modello, come molti altri oggetti progettati per gli interni del celebre hotel. 

Akari Light Sculptures, Vitra

lampade da tavolo di design famose - akari light sculptures
Akari 1N, Isamu Nogichi per Vitra, Anni 50

Isamu Noguchi cominciò la sua celebre serie di lampade da tavolo, da terra e da sospensione nel 1951 dopo un viaggio in Giappone. Da quel momento in poi e per i successivi 35 anni continuò ad arricchire la sua collezione di Akari Light Sculptures, una delle più belle ed affascinanti di sempre. A proposito della sua celebre serie, Noguchi disse “La funzione.. per me non era che un punto di partenza. Il mio obiettivo è sempre stato l’Arte in rapporto con la vita“. 

Gatto, Flos

Gatto Piccolo Flos - lampade di design famose
Gatto Piccolo, A. e P.G. Castiglioni per Flos, 1962

La lampada da tavolo Gatto, creata nel 1962 dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni, è un simbolo del design innovativo italiano. Questa lampada fa parte della rivoluzionaria serie Cocoon, che ha introdotto l’uso di un materiale plastico auto-pellante nel campo dell’illuminazione. La Gatto, con la sua struttura in acciaio rivestita da questo materiale unico, emana una luce soffusa e diffusa, creando un’atmosfera calda e accogliente in qualsiasi ambiente. La sua forma organica, che ricorda un baccello di semi o un bozzolo, è una testimonianza dell’approccio sperimentale dei Castiglioni al design, unendo funzionalità con una forte estetica visiva. La Gatto ha rafforzato la reputazione di Flos come azienda pionieristica nell’illuminazione, e dei Castiglioni come designer d’eccellenza, capaci di creare oggetti per la vita quotidiana con una forte connessione all’arte e all’innovazione tecnica. 

Taccia, Flos

Lampade di Design Famose
Taccia, A. e P.G. Castiglioni per Flos, 1962

Per leggere di più sulla lampada Taccia dei fratelli Castiglioni, puoi trovarla nell’archivio oggetti.

La celebre Taccia è stata definita da Achille Castiglioni stesso come la lampada degli arrivati, un simbolo di status nel mondo del design. Ma la vera storia della Taccia ci mostra come i Castiglioni, ironici ed intelligenti, fossero ben lontani dal progettare con quelle intenzioni. Cercavano piuttosto di creare un oggetto che giocasse con la luce indiretta e trovasse un elemento meccanico e ingegneristico che permettesse di evitarne il surriscaldamento. Il risultato è una delle lampade di design più famose e celebrate di sempre. Queste le celebri parole di Achille Castiglioni del 1986 riguardo alla Taccia: “Vi devo dire che questa lampada è stata pensata in modo sbagliato, è anche bello dirlo. Non esisteva ancora la Flos e noi avevamo progettato questo oggetto con delle materie plastiche trasparenti. Quando abbiamo messo lì l’oggetto, la materia plastica scaldata diventava piatta, e quindi il nostro progetto era completamente sbagliato. …  E vedete che quella base fatta a colonna dorica è un estruso che è fatto per raffreddare quella specie di fornello. Alla base di quell’oggetto si forma un riscaldamento talmente forte per cui aumentarne il volume di superficie vuol dire raffreddarlo, come le alette di un motorino.” 

Pipistrello, Martinelli Luce

lampade da tavolo famose pipistrello di gae aulenti
Gae Aulenti, Lampada Pipistrello per Martinelli Luce, 1965

La lampada Pipistrello di Gae Aulenti è nell’archivio oggetti, leggi di più. 

La lampada da tavolo Pipistrello, progettata dalla designer italiana Gae Aulenti nel 1965 come complemento d’arredo per due showroom Olivetti e poi prodotta in serie da MArtinelli Luce, è un’icona del design italiano anni Sessanta. Si distingue per la sua forma unica che ricorda le ali di un pipistrello, per la combinazione elementi di design moderno e organico in stile arte nouveau, in netto contrasto con il design razionalista milanese di quegli anni. Questa lampada è diventata un classico del design colto, famosa per il suo stile eclettico e il suo carattere esclusivo, ed è esposta in numerosi musei, tra cui il MET di New York, il MoMA, il Centro Pompidou e collezioni d’arte in tutto il mondo. 

Eclisse, Artemide

Vico Magistretti, Eclisse
Eclisse, Vico Magistretti per Artemide, 1965

Per leggere di più, la lampada Eclisse di Vico Magistretti è nell’archivio oggetti. 

La lampada Eclisse, progettata da Vico Magistretti nel 1967 per Artemide, è un esemplare classico del design industriale italiano. Tra le lampade da tavolo classiche (oggi molto usata anche come lampada da comodino) incarna un design innovativo e funzionale, caratterizzato da un meccanismo rotante che permette di regolare l’intensità della luce, simulando un’eclisse. La struttura è composta da due semisfere: una fissa e una mobile, che scorre sopra la fonte luminosa creando l’effetto di un’eclisse solare. Il suo design semplice ma ingegnoso le ha valso numerosi premi, tra cui il Compasso d’Oro nel 1967.

Snoopy, Flos

snoopy di achille e pier giacomo castiglioni flos
Snoopy, A. e P.G. Castiglioni per Flos, 1967

La lampada Snoopy di Achille e Pier Giacomo Castiglioni è nell’archivio oggetti. 

Tra le lampade da tavolo più iconiche della storia del design, la Snoopy progettata dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1967 e prodotta da Flos, è inconfondibile e senza tempo. Si distingue per il suo design giocoso e iconico, ispirato al famoso personaggio delle strisce di Charles Schulz. La base massiccia in marmo di Carrara, che fornisce stabilità e un’elegante contrasto cromatico, sostiene un riflettore in vetro soffiato e metallo, la cui forma ricorda la testa del personaggio. Con il suo aspetto inconfondibile e il suo stile senza tempo, la Snoopy di Flos è diventata un oggetto molto amato nel mondo del design, celebrata per la sua estetica forte e (ancora una volta per i design dei Castiglioni) diventata un simbolo di prestigio culturale. Tra le lampade da tavolo create dai fratelli Castiglioni questa è entrata a far parte della collezione permanente del MoMA di New York, come di molti altri musei di design internazionali. 

Nesso e Nessino, Artemide

nessino artemide
Nessino, Artemide 1967

La lampada Nesso è nell’archivio oggetti, leggi di più. 

La lampada Nesso, progettata da Giancarlo Mattioli e il Gruppo Architetti Urbanisti Città Nuova nel 1967 per Artemide, è un’icona del design italiano degli anni Sessanta. Caratterizzata da un design organico e futuristico, la Nesso colpisce per la sua forma distintiva che ricorda un fungo. La lampada è composta da una base larga e convessa da cui emergono quattro calotte che fungono da diffusori, creando un effetto di luce calda e soffusa. Realizzata in ABS stampato a iniezione, una plastica resistente e leggera, la Nesso è disponibile nel classico arancione anni 60, simbolo dello spirito creativo e audace dell’epoca. 

Cobra, Martinelli Luce

lampade di design famose
Cobra, Elio Martinelli per Martinelli Luce, 1968

La lampada Cobra, creata nel 1968 dal designer italiano Elio Martinelli per la sua azienda Martinelli Luce, è un capolavoro del design del XX secolo. Caratterizzata dalla sua forma unica e sinuosa che ricorda un serpente, la Cobra è rinomata per la sua testa e il braccio girevoli che permettono una direzionalità versatile della luce. Realizzata in resina plastica, la sua struttura innovativa esemplifica l’interesse di Martinelli per l’esplorazione di nuovi materiali e tecnologie produttive. La lampada, che combina estetica moderna e funzionalità, ha ricevuto riconoscimenti internazionali ed è diventata un’icona del design moderno, esposta in musei e collezioni di design in tutto il mondo.

Biagio, Flos

Classici del design Biagio di Tobia Scarpa
Biagio, Tobia Scarpa per Flos, 1968

La lampada Biagio, progettata da Tobia Scarpa nel 1968 per Flos, è un oggetto di design d’illuminazione straordinario e unico nel suo genere. Questa lampada da tavolo è scolpita da un unico blocco di marmo di Botticino, una pietra naturale che conferisce a ogni pezzo un aspetto distintivo e irripetibile. Il design di Biagio combina forme organiche e geometriche, creando una silhouette scultorea e elegante. La lampada utilizza il marmo non solo come base ma come elemento centrale del design, con la luce che emerge delicatamente dal materiale, creando un’atmosfera calda e accogliente. La Biagio è celebrata come arte e vita e per il suo carattere fortemente scultoreo.

Lampadina, Flos

Lampadina si achille castiglioni per flos
Lampadina, A. Castiglioni per Flos, 1972

Lampadina di Achille Castiglioni è nell’archivio oggetti. 

La Lampadina, progettata da Achille Castiglioni nel 1972 per Flos, è un altro esempio del tocco ironico del celebre designer italiano. Tra le lampade da tavolo di Castiglioni, Lampadina si distingue per il suo design minimalista e ingegnoso. La base cilindrica della lampada, realizzata in plastica, contiene al suo interno un avvolgicavo, offrendo una soluzione pratica per la gestione del filo. Con il suo approccio giocoso e funzionale al design di oggetti quotidiani, la Lampadina di Castiglioni è diventata un classico, apprezzata per la sua semplicità e la sua forte identità estetica.

Tizio, Artemide

Lampade di design famose
Tizio di Richard Sapper per Artemide, 1972

Tizio, progettata da Richard Sapper per Artemide nel 1972, è un capolavoro del design industriale. Caratterizzata da un innovativo sistema di bilanciamento e bracci contrappesi, permette un facile orientamento della luce. Nota per l’introduzione di un sistema di bassa tensione integrato nei suoi bracci, la Tizio elimina la necessità di cavi esterni, contribuendo alla sua estetica minimalista e contemporanea. Ideale come lampada da scrivania, la Tizio si distingue per la sua ingegneria e il design pulito, diventando un’icona del design contemporaneo e un pezzo classico, presente in musei e collezioni di design di tutto il mondo.

Atollo, Oluce

Atollo, Vico Magistretti
Atollo di Vico Magistretti per Oluce, 1977

La lampada Atollo di Vico Magistretti fa parte della collezione oggetti. 

Tra le lampade da tavolo più desiderate di sempre c’è Atollo, disegnata da Vico Magistretti nel 1977 per Oluce. Caratterizzata da una forma geometrica pura e da un’estetica elegantissima, Atollo è composta da un cono, un cilindro e una semisfera, creando un equilibrio perfetto tra le forme. Atollo reinterpreta la classica abat-jour, sostituendo le sue componenti con solidi geometrici in due versioni, vetro o in metallo. Con questa splendida lampada Magistretti ha vinto il suo secondo Compasso d’Oro nel 1979, ed oggi la celebre lampada da tavolo fa parte delle collezioni permanenti di molti  dei musei di design più prestigiosi del mondo.

Tahiti, Memphis Milano

tahiti di ettore sottsass memphis milano
Tahiti, Ettore Sottsass per Memphis Milano, 1981

La lampada Tahiti fu progettata da Ettore Sottsass nel 1981 per il gruppo Memphis Milano, ed è un oggetto-simbolo del design postmoderno. Caratterizzata da forme audaci, volumi sovrapposti e superfici decorate con pattern inconfondibilmente Memphis, Tahiti riflette lo spirito rivoluzionario e anticonformista del movimento. Realizzata in plastica laminata, Tahiti combina funzionalità e scultura, dimostrando la capacità di Sottsass di mescolare rivoluzione e serietà nel design. La Tahiti è diventata un’icona del design degli anni ’80, celebrata per il suo approccio in contrasto con il minimalismo e il razionalismo e la sua forte identità visiva.

Shogun, Artemide

lampde famose shogun artemide
Shogun di Mario Botta per Artemide, 1986

La lampada “Shogun”, progettata da Mario Botta nel 1986 per Artemide, è caratterizzata da una struttura geometrica e lineare, combinando elementi in metallo verniciato e parti in acciaio. Il suo design distintivo include schermi cilindrici perforati che creano un gioco di luci e ombre affascinante. La Shogun è un’espressione della filosofia di Botta, che integra forme architettoniche e dettagli minimalisti. Questa lampada da tavolo è soprattutto un oggetto scultoreo che è entrato a pieno titolo nella storia del design.

Lampade da tavolo di Design contemporanee

Dopo aver visto le lampade da tavolo che hanno fatto la storia, è il momento di vedere quelle che definiscono il contemporaneo. In questo caso non andremo in ordine cronologico, ma faremo una lista di lampade che definiscono l’estetica contemporanea.

Si tratta di oggetti di design che sfruttano tecnologie innovative per creare una luce amichevole ed elegante. Oltre alle nuove tecniche, anche a livello estetico e formale vedremo quali sono le lampade da tavolo che stanno andando per la maggiore e che probabilmente diventeranno design classics of the future

GLO-ball, Flos

lampada da tavolo di design contemporaneo glo ball di jasper morrison
Glo Ball Basic di Jasper Morrison per Flos, 1999

Progettata dal grande Jasper Morrison nel 1999, GLO-Ball è una serie molto estesa di lampade eleganti ed essenziali. Per Flos il maestro del design minimalista ha creato una serie di lampade da terra, da tavolo, da parete e a sospensione che sono caratterizzate da luce diffusa, semplicità e versatilità. Il paralume è in vetro soffiato satinato, e in base alla versione scelta c’è anche un dimmer per regolare l’intensità della luce. L’idea della sfera opalina, un classico reinterpretato da Morrison, è quella di creare un sistema di illuminazione omni comprensivo che possa soddisfare qualsiasi necessità del pubblico. La luce soffusa ed elegante di GLO-Ball rivela tutta l’abilità tecnica e la poetica sobria di Jasper Morrison, il suo rispetto per il passato e la ricerca di soluzioni contemporanee oneste ed efficaci (ma soprattutto di un’eleganza che parla al cuore). 

Mayday, Flos

Lampada Mayday, Konstantin Grcic per Flos
Lampada Mayday, Konstantin Grcic per Flos

La Lampada Mayday di Konstantin Grcic è nell’archivio oggetti, leggi di più. 

La lampada Mayday, progettata da Konstantin Grcic nel 1999, è diventata ormai un’icona del design per interni. Si tratta di una lampada che va oltre le definizioni e i confini entro cui di solito si cataloga l’illuminazione, Può essere usata come lampada da tavolo o come lampada a sospensione, sia in garage che in salotto. Con questo progetto Grcic ha vinto il Compasso d’Oro, uno dei tanti premi collezionati dal designer tedesco, una delle voci più interessanti del design contemporaneo. 

IN-ei mendori, artemide

Lampade da tavolo design
In-Ei Mendori di Issey Miyake & Reality Lab per Artemide, 2014

Ernesto Gismondi di Reality Lab descrive così le lampade della serie IN-EI, co-create con Issey Miyake “vedendole, l’emozione è immediata: conoscendole, lo stupore e la meraviglia si mescolano alla consapevolezza di trovarsi di fronte a un futuro che pensavamo più lontano e non credevamo così bello.” Oltre all’eccezionale sensibilità e alla forza estetica di Miyake, questa lampada è anche un’oggetto sostenibile, che usa un tessuto innovativo ottenuto da plastica di scarto proveniente da bottiglie in PET. Molte le ragioni quindi per assegnare a questa famosissima lampada da tavolo di design il Compasso d’Oro del 2014

Olo Lamp, Mustache

La lampada OLO è un design infantile ed evocativo del designer francese Jean-Baptiste Fastrez per il brand parigino Mustache. La lampada si può posizionare in tre modi, e ci ricorda il robottino Wall-E, o magari una vecchia videocamera. Insieme alla lampada Neotenic (vedi sotto) ed altri oggetti di design con un’estetica e dei principi fondativi simili – si tratta di oggetti contemporanei di grande valore che mirano a creare una reazione emotiva che si fonda nella nostra esperienza di bambini e nelle memorie del passato. 

Bellhop, Flos

Flos Bellhop lampade da tavolo
Bellhop di Barber & Osergby per Flos, 2017

La lampada da tavolo senza fili Bellhop, prodotta da Flos, è stata presentata al Salone del Mobile del 2017 e da allora ha avuto un enorme successo di vendite e di pubblico. Definita dai suoi progettisti Barber & Osgerby come una “candela moderna” per la qualità della luce che emete e per l’atmosfera intima che riesce a creare. Un’esercizio in semplicità formale, dal suo debutto la Bellhop si è evoluta in diverse forme, diventando anche lampada da terra, lampada da giardino, applique e plafond. 

Neotenic Petite, Petite Friture

lampade da tavolo design contemporaneo
Neotenic Petite di Studio Jumbo per Petite Friture

La collezione Neotenic di Studio Jumbo per l’editore Petite Friture è un esempio squisito di un filone estetico che nel design si evolve ancora oggi. Si costituisce di forme semplici, superfici curve, elementi curvi e tozzi, e forme geometriche primarie, curve e sfere. I designer dicono di aver cercato questa specifica estetica per creare una reazione emotiva in chi lo vede e lo usa, stimolando l’imperativo biologico di prenderci cura delle cose e gioire di un’atmosfera che ci ricorda quando eravamo bambini. Disponibile in due misure e in diversi colori, questa lampada è un best seller di Petit Friture – un editore la cui missione è quella di rendere il mondo migliore attraverso la bellezza (per conto nostro ci stanno riuscendo benissimo). 

Yasuke, DCW éditions

lampada da tavolo design contemporaneo yasuke di dcw editions
Yasuke di Studio BrichetZiegler per DCW éditions, 2021

Questa splendida lampada sculturale è un progetto dello studio parigino Brichet Ziegler in collaborazione con l’editore DCW éditions, – due elementi del design contemporaneo che si sono distinti da tempo per l’eleganza e la profondità della loro ricerca. La lampda Yasuke è un oggetto di design molto particolare, dai toni soffici, che prende ispirazione nella ricerca formale dall’architettura futuristica, dalle gonne in creolina o addirittura da una nave spaziale. La luce della lampada è facile da perdonalizzare grazie a due dimmer che permettono di controllare la temperature del colore della luce, e la sua intensità. 

Stellar Nebula, Artemide

lampade da tavolo contemporanee
Stellar Nebula, BIG per Artemide, 2022

Tra le lampade da tavolo di design più interessanti del 2022 è la collezione Stellar Nebula di dello studio danese BIG – Bjarke Ingels Group per Artemide. L’idea alla base di questo gruppo di lampade è quella di trovare una produzione che unisca artiginalità e tecniche industriali. L’obiettivo è raggiunto sintetizzando in un solo oggetto tecniche di finitura PVD e dei diffusori in vetro soffiati artigianalmente da mastri vetrai, e includendo così l’apporto umano e unicità del prodotto artigianale in ogni singola lampada della serie. 

Pao Portable Lamp, Hay

lampada design portatile senza fili pao portable
Pao Portable Lamp di Naoto Fukasawa per Hay, 2022

La collezione di lampade Pao è il frutto di una fortunata collaborazione tra il designer giapponese Naoto Fukasawa e il brand danese Hay. Prende il nome dalla forma morbida e luminosa delle tradizionali tende mongole Pao e si ispira all’estetica basata sui prinicipi di bellezza e semplicità di Fukasawa. Il risultato è un oggetto di uso quotidiano che attinge ai valori di design esistenti nel mondo naturale: mantenendo l’estetica modesta e semplice, il design si armonizza con l’ambiente. Sia la base che il paralume della lampada sono realizzati in policarbonato resistente, con una finitura liscia e lucida. La sorgente luminosa della lampada è nascosta all’interno del paralume, dietro un diffusore in policarbonato opalino, fornendo un’efficiente luce diffusa, con una luce calda e accogliente. Il design compatto e alimentato a batteria consente di spostare la lampada in diverse stanze della casa o di portarla in giardino e in altri spazi esterni.

Flowerpot Riedizione 2023, &Tradition

flowerpot verner panton, lampada da tavola
FlowerPot di Verner Panton, riedizione 2023 di &Tradition

Tra i design danesi più innovativi degli anni ’60, la lampada da tavolo Flowerpot di Verner Panton è disponibile in una serie rieditata dai danesi di &Tradition, un’azienda di design che si occupa di contemporaneo ma anche di riportare in commercio alcuni classici scandinavi, tra cui proprio quelli di Arne Jacobsen e Verner Panton. La linea Flowerpot di &Tradition oggi comprende sette diversi modelli (da tavolo, da tavolo senza fili, a sospensione, applique, da parete.. ). In stretta collaborazione con la famiglia Panton nel 2023 propongono la FlowerPot in nuovi colori: Cobalt Blue, Swim Blue, Vermilion Red, Tangy Pink, Dark Plum. Leggermente più piccola nelle dimensioni rispetto alla versione lampada da tavolo e volutamente leggera, la VP9 portatile è dotata di un cavo di ricarica USB, donando un’atmosfera accogliente sia agli ambienti interni che esterni.

BilBoquet, Flos

Philippe Malouin, Lampada Bilboquet per Flos, 2023
Philippe Malouin, Lampada Bilboquet per Flos, 2023

Ispirato a un gioco francese risalente al XVI secolo, il designer Philippe Malouin prende spunto da giunti sferici magnetici, proponendo una lampada con un diffusore regolabile posizionato sul magnete emisferico presente sulla sommità della base cilindrica. La totale libertà di posizionamento del diffusore stesso, permette a Bilboquet di illuminare idealmente qualsiasi tipo di ambiente, offrendo una luce sempre adatta ad ogni necessità.

Knuckle, Hem

Lampada Knuckle di David Taylor per Hem, 2023
Lampada Knuckle di David Taylor per Hem, 2023
La lampada da tavolo Kunckle del designer scozzese David Taylor è una lampada con forte valenza sculturale, che gioca visivamente tra il brutalismo e una certa morbidezza formale. Il progetto (che racchiude anche una lampada pendente) ha vinto il Dezeen Design Awards 2023 nella categoria Light Design Project of the year 2023. Tra le motivazioni “Una luce non overdesigned, che esprime l’onestà della materia in un solo gesto, oltre a celebrare visivamente il processo di produzione. È un esempio rinfrescante di come rispettare la natura della produzione diretta e semplice senza creare oggetti preziosi.

Céramique, Flos

Lampade da tavolo di deaign contamporanee
Céramique di Ronan Bouroullec per Flos, 2023

Presentata a Euroluce 2023, il trio di lampade da tavolo Céramiqe di Ronan Bouroullec si compone di tre abat-jour contemporanee. La forza di questa lampada è l’elemento costruttivo, la ceramica che forma base, stelo e paralume. La superficie è laccata con una finitura che mette in risalto la lavorazione artigianale delle lampade. Dice Bouroullec: “Amo la ceramica, il fuoco che lambisce la terra e lo smalto che scivola avvolgendo la forma. La ceramica è desiderio. È sensualità. Penso che il mio lavoro si muova sempre più in questa direzione: produrre oggetti funzionali, certo, ma ricercando una forma di eleganza, di piacere. Flos è intimamente legata al territorio italiano e alle sue straordinarie e competenze uniche in Europa. Qui abbiamo esplorato la ceramica italiana, una novità per l’azienda. Penso che questo patrimonio di competenze e rigorosa artigianalità debba essere mantenuto vivo e in evoluzione, e sono entusiasta di provare a contribuire a questo.”