Cerca
Close this search box.

Bilia

Gio Ponti, 1932

Bilia di Gio Ponti per FontanaArte, 1932

oggetto

La celebre Bilia di Gio Ponti fa parte della collezione:

 

La lampada Bilia fu progettata dal celebre architetto italiano Gio Ponti nel 1932 per Fontana Arte, una delle aziende italiane di illuminazione più all’avanguardia del tempo (e che continua a mantenere lo status di grande produttore di design italiano anche nel contemporaneo).

Bilia è un classico del design italiano della prima metà del Novecento, perchè la sua composizione sintetizza tutta la poetica di Gio Ponti. Come per magia, forme geometriche pure come il cono e la sfera si incontrano e creano un oggetto di grande eleganza formale. La contrapposizione delle due forme e l’equilibrio delle proporzioni, legate alla scelta dei materiali non riflettenti, hanno determinato la creazione di un classico che continua ad essere di grande successo ancora oggi.

Per quanto riguarda colori e materiali, Ponti progetta due versioni della lampada, entrambe con la base in metallo, in nichel o in ottone. Il diffusore sferico è in vetro soffiato bianco satinato, e la luce emessa riesce ad enfatizzare ancor di più la magia compositiva di questo oggetto di design.

Negli anni, FontanaArte ha continuato a produrre la lampada Bilia in modo ininterrotto (salvo le interruzioni dovute al periodo bellico), a dimostrazione della fortuna del prodotto, che si annovera tra i long-seller del design italiano. Negli anni le tecniche e i materiali di produzione della lampada Bilia hanno continuato ad evolversi, a rispetto anche degli standard di sostenibilità odierni.

Nel disegnare Bilia, Gio Ponti aveva anche immaginato una versione in scala ridotta e con una gamma di “colori a spruzzo”. A partire da questi appunti, FontanaArte produce oggi anche Bilia Mini, una versione più piccola e con la base metallica in colori sgargianti, dalla palette contemporanea.

La Lampada Bilia e i principi costruttivi di Gio Ponti

Bilia è spesso considerata un oggetto-simbolo dei principi costruttivi di Gio Ponti. La coerenza formale che parte dalla geometria pura di questa lampada ne è l’esempio perfetto.

Come sottolineano gli storici del design Domitilla Dardi e Vanni Pasca nel loro volume Manuale di Storia del Design nella visione pontiana sono due i nemici da combattere: “da un lato il “falso antico”, presente nella stragrande maggioranza della produzione mobiliera italiana ancora improntata agli stili storicistici: dall’altro il “brutto moderno”, ovvero una tendenza razionalista omologante, intenta alla cancellazione di storie e tradizioni autoctone. Il progetto di Ponti riesce, sia nel mobile da ebanesteria, sia nelle serie meccanizzate a coniugare estetica e innovazione, modernità e tradizionerealizzando così la sua ambizione di un prodotto “senza aggettivi”, ovvero privo di identificazioni storicistiche o appartenenze a fenomeni artistici di sorta”.

Riconoscimenti

La lampada bilia, insieme alla celebre sedia Superleggera per Cassina, è considerata uno dei grandi classici del design italiano, e insieme alla lampada Fontana di Max Ingrand e il Tavolo con Ruote di Gae Aulenti, uno degli oggetti che ha decretato la fortuna e la longevità di FontanaArte.

Bilia fa parte delle collezioni di design più prestigiose del mondo, come quella della Triennale di Milano (che Ponti ha contribuito a fondare).

Gio Ponti

Gio Ponti Designer Ritratto

Gio Ponti, nato a Milano nel 1891, è stato un architetetto, designer e fondatore della rivista “Domus”. Pioniere del design moderno, ha influenzato profondamente l’architettura e il design internazionale. Tra i suoi progetti più celebri, la lampada Bilia per FontanaArte, la sedia Superleggera per Cassina, e la collaborazione con Richard Ginori nel campo della ceramica artistica. Ponti ha  ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama del design del XX secolo.

FontanaArte

Fontana Arte Logo

Fondata a Milano nel 1881, FontanaArte è un produttore dedicato principalmente all’illuminazione, ma non solo. Vanta una grande storia, dal 1932 in poi infatti si sono susseguiti direttori artistici del calibro di Gio Ponti, Pietro Chiesa, Max Ingrand, e Gae Aulenti e sono state create alcune tra le icone senza tempo della storia del design. La lampada Bilia, Luminator e Fontana, ma anche il celebre Tavolo con Ruote. Un’azienda di enorme successo che continua a produrre design di altissima qualità.