Cerca
Close this search box.

Poltrona Wassily

Marcel Breuer, 1925-26

poltrona wassily marcel breuer

oggetto

La sedia Wassily di Marcel Breuer è parte della collezione: Design Bauhaus: Arte, Tecnica e Funzione

La poltrona Wassily è il progetto più celebre di Marcel Breuer, architetto e designer che fu prima studente e poi maestro Bauhaus presso il laboratorio di falegnameria. Leggenda vuole che l’ispirazione per la celebre poltrona sia arrivata a Breuer osservando il telaio di una biciletta, che gli diede l’idea di piegare un tubo metallico fino a formare la struttura di una sedia.

L’idea di Breuer fu quella di ridurre al minimo dei suoi possibili componenti una classica sedia da club, usando una struttura in tubolare metallico per la struttura e delle cinghie in tessuto per la seduta e lo schienale. Il giovane architetto si ispirò poi alle congiunzioni delle tubature e alle tecniche degli idraulici tedeschi per trovare il metodo perfetto per piegare l’acciaio tubolare. Nacque in questo modo la celebre poltrona Wassily, ma anche una serie di mobili in tubolare metallico, tra cui la sedia Cesca e i Tavolini B2, che resero Breuer uno dei designer ed architetti più famosi del suo tempo.

In perfetto stile Bauhaus la poltrona incorpora molti principi della scuola. La funzionalità e i bisogni dell’uomo sono al centro del progetto, che utilizza materiali industriali e rifiuta un’estetica fortemente decorativa che aveva dominato il mondo del design del mobile fino a quel momento.

Poltrona Wassily Marcel Breuer Bauhaus
Sedia Wassily Marcel Breuer

La produzione: dal Bauhaus a Knoll International

La poltrona Wassily fu progettata da Breuer nel 1925-26 ma a differenza di altri suoi progetti per mobili in tubolare metallico non entrò in produzione presso la Standard-Möbel di Berlino, ma entrò nel catalogo Thonet a partire dalla fine degli anni 20. I primi modelli Thonet, che mettevano a catalogo la sedia con il nome Model B3, proponevano la sedia in versione pieghevole e non pieghevole – ma soprattutto con strisce in Eisangam, un tessuto cerato molto resistente inventato nel laboratorio di tessitura del Bauhaus.

Con l’avvento della seconda guerra mondiale, la produzione della sedia Wassily si fermò insieme a quella di molti altri mobili (come del resto successe dappertutto in Europa, una vicenda che ci ricorda i laboratori di legno laccato di Eileen Gray chiusi durante la guerra ). Con la ripresa dell’economia, fu la mitica azienda di design italiano Gavina a riprendere la produzione della sedia e a introdurre le fasce in cuoio per la seduta e lo schienale, dando alla sedia l’aspetto che tutto oggi conosciamo.

L’ultimo episodio nella produzione della Wassily è l’acquisto di Gavina da parte di Knoll International nel 1968. Da allora la celebre poltrona Bahuahs, una delle icone più riconoscibili del design modernista europeo è a catalogo Knoll che la produce e commercializza con successo ancora oggi.

La Poltrona Wassily nei musei

L’impatto culturale della poltrona Wassily è stato fortissimo. Da oggetto sperimentale Bauhaus a icona del design modernista, questa sedia non smette di influenzare generazioni di designer. Senza dubbio si tratta di un oggetto-simbolo, che rappresenta il movimento estetico di un’epoca e un oggetto di design elegante ed esclusivo per gli amanti di design di oggi.

La poltrona di Marcel Breuer fa parte delle collezioni permanenti dei migliori musei di design sparsi per il mondo, a partire dal MoMA di New York, ma anche il Met di New York, Bauhaus Archiv di Berlino, SF MoMA, V&A Museum, MAT di Parigi solo per citarne alcuni.

MArcel Breuer

marcel breuer

Marcel Breuer, designer e architetto ungherese-americano, è noto per la sua pionieristica visione nel campo del design industriale e del mobile moderno. Figura chiave del movimento Bauhaus, Breuer si è distinto per il suo uso innovativo del tubolare d’acciaio, una tecnica che ha rivoluzionato l’industria del mobile. La sua iconica sedia Wassily, realizzata con una struttura in acciaio tubolare e cinghie di cuoio, è diventata simbolo di funzionalità e minimalismo.

Knoll International

logo knoll international

Knoll International, fondata nel 1938 da Hans Knoll, ha collaborato con figure come Mies van der Rohe, Eero Saarinen e Florence Knoll, creando icone come la sedia Barcelona e la sedia Womb. Il suo design ha rivoluzionato l’arredamento di uffici e abitazioni, imponendo standard nuovi e moderni. Oggi, Knoll International continua a influenzare il design contemporaneo attraverso collaborazioni con designer di fama mondiale.