Cerca
Close this search box.

Sedia Cesca

Marcel Breuer, 1928

breuer sedia cesca knoll

oggetto

La sedia Cesca fa parte della collezione:

La sedia Cesca fu progettata da Marcel Breuer, architetto e designer ungherese nel 1928, durante i suoi anni come maestro del laboratorio di falegnameria e arredamento presso il Bauhaus di Dessau. Già due anni prima, nel 1926, Breuer aveva disegnato un altro classico del design modernista – la Poltrona Wassily. La Cesca ne è una versione più versatile e funzionale.

Da allora il successo della sedia è stato costante, si tratta di un arredamento che si trova in migliaia di case da generazioni. Secondo la curatrice del MoMa Cara McCarthy si tratta di una delle sedie più importanti del ventesimo secolo.

In perfetto stile Bauhaus, la progettazione della sedia parte da principi che mettono al centro l’uomo e la funzione dell’oggetto. La fusione con un’estetica ben precisa, fatta di tubolare metallico che si incontra con il legno e la Paglia di Vienna, e forma una struttura che crea luce e trasparenza all’interno degli spazi in cui si posiziona la celebre sedia.

Perchè si chiama sedia Cesca? La storida vuole che l’architetto abbia voluto dedicare questo design alla figlia adottiva Francesca, e da allora la sedia ha mantenuto il suo nome.

Produzione e Battaglie legali

Come accennato, il design della sedia risale al 1928, due anni dopo la Wassily. A partire dallo stesso anno, la sedia cominciò a essere prodotta da Thonet, e a partire dagli anni 50 anche gli italiani di Gavina acquistarono i diritti di produzione della sedia. Gavina poi fu acquisito da Knoll International, che dagli anni Sessanta ad oggi ha continuato la produzione ininterrottamente, facilitando anche la diffusione della Cesca negli Stati Uniti.

Si dice che ognuno dei grandi architetti modernisti abbia progettato una sedia in tubolare metallico, quelle che oggi chiamiamo sedia a sbalzo (cantilever in inglese). Questo nuovo tipo di sedia, al tempo una piccola meraviglia tecnologica, una sedia senza le gambe posteriori, cominciò ad apparire nella seconda metà degli anni Venti.

I più grandi architetti del tempo ne avevano una versione, ma a contendersi la cocnezione dell’idea furono e l’architetto olandese Mart Stam – il quale espose la prima sedia a sbalzo nel 1927, alla celebre esposizione Die Whonung, organizzata a Stoccarda da Mies van der Rohe. Breuer sostenne che Stam gli aveva rubato l’idea e comicniò a commercilizzare la B32 con Thonet (chiamata Cesca nella produzione di Knoll). La battaglia per il brevettò cominciò a breve, e durò tre anni. Alla fine l’ebbe vinta Mart Stam, a cui dal 1932 viene attribuito non solo il disegno della cantilever di Breuer, ma anche il brevetto per la sedia a sbalzo.

La Sedia Cesca nei Musei

La Sedia Cesca è considerata una sedia fondamentale all’interno del movimento modernista, una sedia che ha ormai guadagnato lo stato di icona del design e che rrimarrà nella storia della disciplina per essere studiata da generazioni a venire. Ed è vero che di recente la sedia ha ricevuto un grande revival, tornando di moda in seguito a un ritrovato gusto per l’arredamento vintage. Ma anche lasciando da parte le mode, l’impatto culturale della Cesca è ampio e ciò che rappresenta, l’unione di arte e tecnica e la creazione di mobili in serie belli e funzionali, è ancora attuale.

Per la sua importanza, la sedia Cesca è nelle collezioni permanenti dei migliori musei di design in tutto il mondo. Eccone alcuni: MoMA di New York, V&A di Londra, Vitra Design Museum e molti altri.

MArcel Breuer

marcel breuer

Marcel Breuer, designer e architetto ungherese-americano, è noto per la sua pionieristica visione nel campo del design industriale e del mobile moderno. Figura chiave del movimento Bauhaus, Breuer si è distinto per il suo uso innovativo del tubolare d’acciaio, una tecnica che ha rivoluzionato l’industria del mobile. La sua iconica sedia Wassily, realizzata con una struttura in acciaio tubolare e cinghie di cuoio, è diventata simbolo di funzionalità e minimalismo.

Knoll International

logo knoll international

Knoll International, fondata nel 1938 da Hans Knoll, ha collaborato con figure come Mies van der Rohe, Eero Saarinen e Florence Knoll, creando icone come la sedia Barcelona e la sedia Womb. Il suo design ha rivoluzionato l’arredamento di uffici e abitazioni, imponendo standard nuovi e moderni. Oggi, Knoll International continua a influenzare il design contemporaneo attraverso collaborazioni con designer di fama mondiale.